Sei sotto stress? Fatti un bel massaggio!

Ti è appena suonata la sveglia e la prima cosa che vorresti are è soffocare tuo marito perché lui ancora può dormire? In macchina hai passato più tempo ad imprecare con gli altri automobilisti che a cambiare marce? In ufficio, poi, non hai nemmeno il tempo di mangiare, mentre gli altri colleghi se ne vanno al ristorante? No, non sei vittima di una radiazione nucleare, sei solo stressata… e non sei sola!

Se c’è una parola che più di tutte è riuscita a far sentire ognuno di noi parte integrante di questo sistema, questa parola,  purtroppo, è proprio stress! Nulla, in casi come questo, è più rigenerante e salutare di un buon massaggio antistress! Questo massaggio è adatto a tutti: dagli sportivi che vogliono sentirsi in forma fino in fondo, agli ansiosi o agli uomini d’affari che voglio ritrovare la serenità: l’importante è conquistare il relax!  Riscoprire i piaceri del tatto, farsi coccolare dalle mani esperte di un massaggiatore e scaricare tutte le tensioni è diventata una vera e propria moda che conquista sempre più persone.

Ecco per voi un elenco dei vari tipi di massaggi antistress..

Massaggio tradizionale
Si stabilisce un contatto molto stretto tra il corpo della persona e le mani di chi opera.  La qualità del tocco è fondamentale.

Questo tipo di massaggio si articola in 4 fasi:

Sfioramento;

Frizionamento;

Impastamento;

Percussione.

La prima fase è la più dolce, per far sì che la persona diventi ricettiva; nella seconda, in cui si possono usare creme oli, l’effetto scende in profondità nei tessuti. La terza fase agisce sulle masse muscolari, mentre la quarta prevede pressioni più brusche e si avvale di varie tecniche come ilpicchettamento con il taglio o con il palmo della mano. Sono invece facoltativi i movimenti di trazione, che rilassano ulteriormente i muscoli e facilitano il recupero a livello articolare.  Sicuramente il massaggio più diffuso anche tra gli atleti, perché favorisce lo smaltimento di acido lattico.

Massaggio gestaltico
Il massaggio gestaltico si prende cura del corpo in maniera totale, avendo lo scopo di ottenere una condizione di quiete e di decontrazione nel soggetto massaggiato. Questo massaggio apporta cambiamenti radicali semplicemente con opportuni stiramenti. Con manovre profonde ottenute attraverso manualità specifiche – usando il gomito, gli avambracci, il palmo basso della mano – è possibile dare nuova energia allo “stressato”. Ci si concentra su:

Terminazioni nervose;

Inserzioni muscolari;

Equilibrio posturale;

Circuito venoso-linfatico.

Il massaggio gestaltico ha effetto sedativo e rilassante

Massaggio antistress sui chakra
E’ ideale per distendere la tensione. Parte dal cuoio capelluto e si scende dietro le orecchie e alla base del collo con movimenti di digitopressione spremitura. I movimenti non sono mai uguali e dipendono dalle energie del massaggiatore che stimola i chakra, i sette centri dell’attività della forza vitale.  Ha azione antistress, drenante e tonificante, anche grazie all’aiuto di oli essenziali.

Massaggio olistico
Questa forma di massaggio si prende a 360° della persona. In maniera meditativa, toccando tutto il corpo,  si ripristina lo stato di benessere della persona. Questo tipo di massaggio riequilibra ilsistema nervoso, rilassa i muscoli, stimola il sistema linfatico inducendo un profondo senso di benessere.

Acquahealing
Ci  si immerge a 36° in acqua termale e ci si lascia massaggiare in pieno relax. Sul corpo vengono effettuati tocchi quasi sfiorati. Il corpo, immerso,  viene posizionato come se stesse nel grembo materno, quindi viene capovolto, poi torna a galla. È un contatto con le proprie emozioni, una “coccoloterapia”, un mix di massaggi, carezze e relax.

Massaggio plantare
Il piede è la mappa del nostro corpo.  Su di esso si trovano i punti che corrispondono a tutti gli altri nostri organi.  La scoperta risale a circa cinesi quattromila anni fa. L’intero corpo è come riflesso sul piede: se stimoliamo con un massaggio adeguato determinati punti, agiamo sulle corrispondenti parti dell’organismo: articolazioni, organi interni o ghiandole.  Questa tecnica si può imparare al fine di praticarsi un automassaggio:  piacevole abitudine quotidiana da effettuare con oli essenziali.

Fonte : www.laredazione.org

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...